Amantea: cosa vedere, Castello, Chiesa San Bernardino

Cosa vedere a Amatea, gradevole cittadina litoranea della Calabria bagnata dal Mar Tirreno, il cui centro storico è circondato da mura medievali, itinerario comprenente il castello e la Chiesa di San Bernardino da Siena, oltre a escursioni in barca ai vicini Scogli d’Isca.


Turismo Amantea

Situata ai piedi della catena Paolana e alle foce del fiume Catocastro, Amantea è una cittadina di origini molto antiche, forse addirittura anteriori all’epoca romana.

Fortezza bizantina durante il periodo medievale, nel IX secolo fu scelta dai saraceni come base navale.

Il centro storico è circondato da quello che rimane dell’antica cinta muraria medievale, inoltre comprende il Castello posto in cima alla collina.

Del Castello risalente all’epoca Bizantino-Normanna, ingrandito e modificato varie volte nel corso dei secoli, rimangono alcuni resti di mura e una torre di forma cilindrica.

Merita di essere visitata la chiesa di San Bernardino da Siena, risalente al quattrocento, che vanta un bel portico dotato di archetti in stile gotico.

Nell’interno a due navate, sono conservate sculture di pregio, tra cui la Madonna com Bambino, opera del 1505 dello scultore Gagini, oltre ad altre sculture quattrocentesche attribuite all’artista Francesco da Milano.

Attualmente Manatea è una rinomata località balneare, con buon flusso turistico soprattutto durante la stagione estiva, da cui si possono raggiungere in barca gli Scogli d’Isca, scogli rocciosi di piccole dimensioni poco distanti dalla riva, da cui è possibile ammirare dei meravigliosi fondali marini.