Conto deposito: definizione, quale scegliere per investimento

Definizione di conto deposito e differenze rispetto al normale conto corrente, tipi e offerta delle banche online in riguardo a questo dipo di conto.


Definizione conto deposito

Un conto deposito si differenzia dal classico conto corrente bancario per avere la sola funzione di deposito remunerato come investimento sicuro, escludendo ogni altra operazione aggiuntiva che vada oltre il semplice prelievo e versamento.

Con un conto deposito non possono essere quindi effettuati bonifici verso altri conti che non siano stati preventivamente predefiniti, pagamenti di assegni, prelievi bancomat e altre tipiche operazioni bancarie.

Grazie soprattutto alle banche on line, che offrono interessi alti e zero spese, il conto di deposito si è molto diffuso negli ultimi anni come mezzo di risparmio, mantenendo la liquidità immediatamente disponibile in caso di necessità, ed esso può essere libero o vincolato a seconda che ci sia o meno l’esistenza di un vincolo temporale per il ritiro dei propri risparmi.

Senza vincolo i soldi possono essere prelevati in qualunque momento senza spese mentre con vincolo temporale, se si ritirano prima, si paga una penale coincidente in molti casi con la mancata corresponsione degli interessi.

Nella maggioranza dei casi i conti deposito devono essere abbinati ad un conto corrente tradizionale, presso la stessa banca o anche altre in taluni casi, necessario per effettuare prelievi e versamenti di denaro.

Categorie Rivista