Isola di Pasqua (Cile): informazioni turistiche

Informazioni turistiche Isola di Pasqua, origine del nome, dove si trova, territorio e origini della popolazione che abita quest’isola situata a sud del Pacifico.

Statue Moai - Isola di Pasqua

Turismo Isola di Pasqua

Appartenente al Cile, l’isola di Pasqua è una delle terre più isolate e affascinanti al mondo, situata nell’Oceano Pacifico meridionale a 3600 km verso ovest dalle coste del Cile e a 2075 km verso est dalle isole Pitcairn, la terra abitata più vicina.

L’isola di Pasqua, in lingua indigena Rapa Nui, che significa grande isola roccia, deve questo nome al fatto che l’olandese Jakob Roggeveen sbarcò su di essa il lunedì di Pasqua 1722.

Il territorio dell’isola è di origine vulcanica, è formato da tre vulcani ormai spenti, il Rano Kau, il Maunga Puakatiki e il Maunga Terevaka, e raggiunge la massima altitudine intorno ai 500 metri s.l.m..

Questa terra è in prevalenza brulla, coperta da ampie praterie battute quasi ininterrottamente dal vento, delimitata da coste che si inabissano rapidamente nell’Oceano, erose dal mare tempestoso.

L’isola di Pasqua per la sua lontananza dalla costa è povera di specie vegetali, pertanto si deduce che la maggioranza delle piante dell’isola sia stata portata dall’uomo, il quale, nel corso dei secoli, ne ha modificato la vegetazione.

Risulta infatti che l’isola fosse coperta da una lussuoreggiante vegetazione formata in gran parte da palme, poi con l’aumento della popolazione iniziò una progressiva deforestazione che portò all’abbattimento di una grandissima quantità di piante causando la desertificazione di ampi terreni, con conseguenze catastrofiche per la popolazione.

Furono disboscati terreni per ottenere nuove aree da coltivare, costruire canoe, ardere legna e trasportare i famosi Moai, le statue di pietra raffiguranti figure umane di dimensione variabile, a seconda dell’epoca, compresa tra i due e i venti metri, che ancora oggi si trovano numerosi sull’isola.

Sull’origine della popolazione di Rapa Nui ci sono pareri contrastanti, studi recenti hanno rivelato affinità fra gli abitanti dell’isola e i polinesiani.